Piano di vaccinazione in Portogallo
Covid19

Il piano di vaccinazione in Portogallo

La DGS ha annunciato di aver aggiornato gli standard di vaccinazione contro il Covid-19 grazie ad una maggiore disponibilità di dosi ed inizierà a vaccinare le persone tra i 16 ei 79 anni. Nella dichiarazione viene spiegato che, in linea con la seconda fase del piano delle vaccinazioni, dal 21 Aprile partiranno le vaccinazione per gruppi di età, in modalità decrescente fino ai 16 anni, di persone che presentano un maggiore rischio di incorrere in complicanze, se affette da una malattia infettiva. Daranno priorità all’assunzione del vaccino: il diabete, l’obesità grave, il cancro attivo, i trapianti e l’immunosoppressione, le gravi malattie neurologiche e le malattie mentali.

Hai più di 65 anni e non sei stato ancora vaccinato? Attraverso il sito del ministero della salute è disponibile un modulo da compilare esclusivamente per la richiesta della 1a inoculazione del vaccino contro il COVID-19

  1. Seleziona il luogo e la data per la vaccinazione che è più conveniente per te
  2. Sarai contattato via SMS dal numero 2424 con ulteriori informazioni
  3. Nel giorno programmato, recati presso la sede di vaccinazione prescelta, all’orario indicato

Il 17 aprile ha avuto inizio il processo di vaccinazione al personale scolastico, dopo un rinvio deciso il mese scorso motivato dalla sospensione temporanea del vaccino AstraZeneca


Il 17 aprile, il Paese ha superato i 2,5 milioni di vaccinazioni contro il covid-19, comprese la prima e la seconda dose, secondo le informazioni avanzate dalla task force. Il Portogallo ha battuto un record giornaliero di vaccini somministrati: 120mila, dei quali circa 100mila sono stati somministrati a docenti e a operatori sociali. Il premier António Costa ha comunicato con orgoglio che nelle sole giornate di sabato e domenica sono state somministrate 183mila dosi di vaccino contro il covid-19. Ritiene che è stato “un grande successo” e che il Portogallo sta andando verso il raggiungimento degli obiettivi del piano vaccinale.

Leggi anche:  Come sono i Portoghesi? O fado de ser português

L’8 aprile la DGS aveva informato, durante una conferenza stampa, che il vaccino AstraZeneca è raccomandato solamente alle persone con oltre 60 anni. Questa rimodulazione, assunta individualmente dal Portogallo, si era resa necessaria, dopo che i ministri della salute della Comunità Europea non avevano raggiunto un accordo comunitario sulle modalità di somministrazione. Fino ad oggi il Portogallo ha registrato due casi di trombosi venosa associati al vaccino anglo-svizzero. Nessuno di questi ha però portato alla morte. La direttrice generale della DGS, Graça Freitas, ha chiesto alle persone che già hanno ricevuto il vaccino di stare “tranquilli”; che prima del secondo richiamo saranno “disponibili maggiori informazioni” che permetteranno di “agire in conformità”. Gli esperti ricordano che il Portogallo ha quasi due milioni di abitanti con oltre 60 anni; che per queste persone il vaccino di AstraZeneca continuerà ad essere vantaggioso per proteggersi dalla pandemia.

Il Piano di vaccinazione in Portogallo è stato presentato il 3 dicembre dal team di coordinamento che lo ha progettato, il Ministro della Salute e il Primo Ministro

Piano di vaccinazione Portogallo

Il Governo e la task force creata per preparare il documento hanno definito i gruppi prioritari a cui somministrare il vaccino, stabilito le fasi della vaccinazione, progettato la logistica dell’intero processo e curato la sua sicurezza. Il vaccino, che dovrebbe essere assunto in due dosi, è gratuito, universale e facoltativo. Nella prima fase rientrano i gruppi prioritari, che sono stati definiti in base a dati già noti:

  • persone di età pari o superiore a 80 anni
  • persone sopra i 50 anni con problemi alle coronarie, ai reni, ai polmoni o con gravi difficoltà respiratorie
  • residenti di case di cura e unità di assistenza a lungo termine
  • operatori sanitari e dei servizi essenziali
Leggi anche:  Il fotoreporter Nuno André Ferreira si classifica 3° al World Press Photo 2021

Nella seconda fase, durante il secondo trimestre, saranno vaccinati un totale di oltre 2,7 milioni di persone, suddivisi in due gruppi:

  • persone con più di 65 anni senza malattie associate
  • persone di età compresa tra i 50 e i 65 anni che soffrono di diabete, cancro, insufficienza epatica e renale, obesità e ipertensione

La terza fase, con data da stabilire dopo il completamento della seconda fase, coprirà il resto della popolazione. La vaccinazione non è obbligatoria, ma solo consigliata.

Ad annunciare l’inizio della vaccinazione di massa in Unione Europea è stata la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen: “È il momento dell’Europa. Il 27, 28 e 29 dicembre è iniziata la vaccinazione in tutta l’UE, un vero e proprio V-Day a livello continentale.

Il 6 dicembre, giorno in cui sono arrivate in Portogallo le prime 9750 dosi di vaccino Covid-19, il Governo ha lanciato una pagina che sarà esclusivamente dedicata al piano di vaccinazione in Portogallo e un simulatore su Internet che permette di rispondere alla grande domanda: quando posso vaccinarmi?

Nelle prime due fasi del piano di vaccinazione è importante che i dati di contatto con il Servizio Sanitario siano aggiornati, in quanto la convocazione avviene tramite l’invio di un sms con la proposta della data, ora e luogo

La DGS ha aggiornato la pagina online, attraverso la compilazione di un modulo (l’inserimento del numero utente a 9 cifre, nome e data di nascita), per assicurarsi che i dati di contatto degli utenti siano aggiornati e, in caso contrario, modificarli.

  • Clicca qui per compilare il modulo nel caso in cui si dispone del numero utente de saúde
Leggi anche:  Uso obbligatorio della mascherina nelle strade

Tuttavia si potrà ricevere un messaggio che indica l’assenza delle informazioni di contatto. In quest’ultimo caso e nel caso in cui non si disponga del numero utente bisognerà compilare il modulo a questo link.

Al termine della procedura indicata un messaggio automatico indicherà che il processo è andato a buon fine.

Per chi non dispone del numero utente consigliamo di mettersi in contatto con le Amministrazioni Regionali di Salute per conoscere la modalità per farne richiesta. Su questo link sono disponibili i recapiti, è sufficiente selezionare nel primo menù a tendina (in alto a sinistra) l’ARS di appartenenza.

La situazione dei vaccini in Europa aggiornata per ogni Stato membro è disponibile sul sito European Centre for Disease Prevention and Control.

Il tuo contributo farà la differenza. LeggoAlgarve sei anche tu. Grazie per il supporto.

One comment

  1. Grazie per le informazioni. Io ho ricevuto un po’ di tempo fa il messaggio dell’avvio del piano vaccinale e che sarò chiamata quando sarà il mio turno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *