agenti della GNR durante un operazione di controllo
Life

Camper e Campeggio in Portogallo. Il nuovo codice della strada

Chi desidera visitare il Portogallo in camper deve sapere che la sosta libera è soggetta ad una legislazione recentemente aggiornata. In poche parole in Portogallo è vietato restare all’interno di un camper parcheggiato se questo si trova al di fuori delle aree di sosta espressamente autorizzate.

Ovvero lo si può parcheggiare per andare al ristorante, ma dopo cena lo si deve spostare per andare verso un campeggio o un’area attrezzata. Non perché si corrono dei pericoli nel visitare il Portogallo in camper, anche perché è il paese più sicuro d’Europa, e merita una sosta.

Il divieto di permanenza all’intero di un camper o simile è inserito nel nuovo Decreto Legge n° 102-B/2020 entrato in vigore il 9 gennaio 2021.

  • […] sono vietati il ​​pernottamento e la sosta dei camper o simili al di fuori dai luoghi espressamente autorizzati a tal fine
  • sono vietate la sosta o il parcheggio di veicoli che occupano uno spazio superiore al perimetro del parcheggio
  • con la dicitura camper o simili si intende un veicolo attrezzato per l’abitazione e il soggiorno. Che sia classificato come “autocaravan”, “mezzo speciale”, “camper” o “roulotte”  dalla Motorizzazione del paese di immatricolazione
  • per pernottamento si intende che un camper o simile, sia in sosta con occupanti al suo interno, tra le 21:00 e le 7:00
Leggi anche:  L’incendio di Pedrógão, la tragedia tra ricordi e attesa

Infrangere il decreto legge costa caro. Normalmente le multe vanno dai 60 ai 300 euro. Ma se l’infrazione avviene all’interno di un parco naturale o di un’area di “Natura 2000” le sanzioni salgono dai 120 ai 600 euro. Ricordiamo che è usanza delle forze dell’ordine portoghesi predisporre il pagamento immediato della multa, anche con l’utilizzo di carte di credito.

Algarve in autunno: 6 gite fuori porta

Le associazioni portoghesi per il turismo Plein Air contro il decreto legge

Nel resto d’Europa le regole sulla sosta sono meno fiscali. Le due federazioni portoghesi, portavoce della categoria dei camperisti hanno presentato congiuntamente un ricorso. Moz Barbosa presidente dell’Associação de Autocaravanismo de Portugal dice: “chiediamo semplicemente che venga concesso il pernottamento all’interno di un camper ben parcheggiato. Non capisco perché non sia possibile farlo?”.

La guida online per le tue vacanze in Portogallo

I diretti interessati lamentano che nella legge vi sarebbe una disparità di diritti. Ad esempio dormire all’interno di un’auto o di un TIR si, ma non all’interno di un camper, che oltretutto possiede anche il bagno e quant’altro. Gli stessi sostengono che la legge sia nata in conseguenza alla pandemia. Perché lo scorso anno in molti avrebbero noleggiato camper per non trovarsi negli spazi chiusi degli hotel. Ma la maggior parte di loro hanno commesso sciocchezze, principalmente per ignoranza, pernottando in ogni luogo, nelle spiagge e nei parchi. Quindi, le associazioni, sostengono che sia giusto vietare quel tipo di soste e pernottamenti, perché è giusto che il campeggio lo si faccia all’interno di un campeggio. Questo però non può impedire una sosta notturna fugace se fatta a modo. Sarebbe come decidere di chiudere le autostrade perché la gente continua a telefonare mentre guida a 120 km/h durante un sorpasso.

Leggi anche:  Marcelo Rebelo de Sousa di nuovo il Presidente Portoghese

Il tuo contributo farà la differenza. LeggoAlgarve sei anche tu. Grazie per il supporto.